Inserire oggetti per la coordinazione oculo-manuale

Da qualche settimana ho osservato che Amelia cerca di inserire oggetti dentro altri oggetti.

Ho provato quindi a proporle alcune attività per sviluppare la motricità fine, con degli oggetti che ho in casa.

Alcune delle attività proposte erano troppo complesse, mentre altre non hanno attirato la sua attenzione. Finalmente dopo vari tentativi ho trovato quelle giuste per lei.

Inserire un blocco cilindrico in una matrioska

In casa ho una bella matrioska (amo le matrioske!). Ho frugato tra i vecchi blocchi di legno di Marcello e ho trovato un cilindro giallo perfetto per l’uso che ne dovevo fare.

Inserire il cilindro dentro la matrioska non è un’attività semplice, ma è alla portata di Amelia.

A volte anziché il cilindro inserisce un rocchetto di filo.

In alternativa ho trovato due oggetti che si incastrano perfettamente. Fanno parte della pista delle biglie di Marcello.

Anche questi sono stati apprezzati da Amelia.

Per questo tipo di attività si trovano in commercio l’uovo e il portauova di legno.

Infilare

Tra i miei maldestri tentativi c’è la scatola dove infilare le cannucce. Decisamente troppo difficile per lei ora, infatti non l’ha neanche presa in considerazione. Inserire delle cannucce in fori così piccoli richiede una manualità più raffinata, quindi la ripresenterò tra qualche settimana.

In un altro tentativo ho usato il classico gioco del martello:

Amelia è interessata e prova ad inserire i pioli, ma questa operazione richiede più forza nella mano.

Una soluzione potrebbe essere praticare dei fori abbastanza larghi su una scatola (come la scatola per infilare le cannucce) e inserire i pioli oppure inserire nel gioco del martello degli oggetti di dimensioni più piccole. In effetti Amelia ha infilato in un foro un cucchiaino che le avevo lasciato a disposizione.

Al momento ho trovato una soluzione più veloce:

Si tratta di infilare i pioli del gioco del martello nel gioco di incastro delle forme, che per ora non usa.

Questo gioco è piaciuto molto ad Amelia, chr l’ha ripetuto più volte.

A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.