Imparare a leggere giocando

Circa un anno fa Momo aveva sviluppato una passione esplosiva per le lettere e la scrittura. Qui potete trovare alcune delle attività che gli proponevo per aiutarlo ad approfondire il suo interesse. Dopo un po’ l’attrattiva per le lettere è scemata e Momo è passato ad altro (Star Wars, dinosauri, Halloween…)

Questo disinteresse è durato fino all’estate scorsa quando, complice la spiaggia di Viserba, Momo ha iniziato a scrivere nella sabbia le parole che gli chiedevo senza suggerirgli le lettere. Complici anche i bambini più grandi che, vedendoci fare questo gioco, hanno iniziato a scrivere parole corte e a chiedere a Momo cosa avessero scritto. E così Momo sta imparando a leggere.

Qualche giorno fa stavo leggendo nel testo La scoperta del bambino di Maria Montessori, che il bambino legge i suoni che compongono una parola con la stessa lentezza con cui la scrive. Invece egli afferra il senso della parola quando è pronunciata velocemente e con i giusti accenti. E così è nata questa attività:

Ho scritto in alcune etichette nomi di oggetti presenti nella stanza

lettura01

Ho chiesto a Momo di leggere. Prima ho aspettato senza fretta che pronunciasse tutte le singole lettere. Poi gli ho detto: “Più veloce, più veloce!” E man mano che ripeteva più velocemente, si faceva chiara nella sua mente la parola intera e il suo significato.

Una volta capito il senso, Momo doveva attaccare l’etichetta all’oggetto presente nella stanza

Non sembra, ma è un pianeta circondato da meteoriti.
Non sembra, ma è un pianeta circondato da meteoriti

 

tavolo

 

cartavetrata

Questa attività è piaciuta molto a Momo e l’ha voluta ripetere più volte.

 

Giocare con le ombre

Momo ha ereditato dal padre la passione per Star Wars.

Un giorno ha aperto un cassetto nel corridoio e con grande nostra sorpresa, ha trovato i pupazzetti dimenticati dei vari personaggi che avevo regalato per gioco al mio futuro marito più di 10 anni fa.

_DSC8531ridotto

Ora sono passati a lui e ci gioca ogni giorno.

Così ho cercato qualche attività in tema e sono capitata nel blog Childhood 101 dove ho trovato questa idea:

Il gioco delle ombre di Star Wars

Star wars ridotto

Star Wars 0ridotto

Cosa occorre?

  • Immagini da stampare e ritagliare di Star Wars, che trovate qui
  • forbici
  • taglierino
  • spiedi, che potete trovate al supermercato o bastoncini o colori
  • Nastro adesivo
  • Torcia

Come si procede:

Ritagliate con le forbici il contorno delle immagini e con il taglierino praticate tutti i fori interni. A questo punto suggerisco di plastificare ogni personaggio, per renderlo più resistente. Poi attaccate gli spiedi alle immagini con il nastro adesivo.

Ora basta chiudere le finestre, spegnere le luci e accendere la torcia e la magia ha inizio!

Ma non tutti sono appassionati di Star Wars. 

Se i bambini sono grandi possono provate a realizzare da soli le sagome dei loro personaggi preferiti. Disegnate il vostro personaggio o fate fotocopie dai vostri libri o riviste. Ritagliatene la sagoma e riproducetela su un cartoncino nero.

Altrimenti qui sotto trovate due link a immagini stampabili gratuitamente:

  • In the playroom: In fondo all’articolo troverete tutto il set e i personaggi della favola I tre porcellini da stampare
  • Julep: Ci sono vari personaggi di Halloween da stampare

Naturalmente potete acquistare sagome personalizzate dei vostri personaggi preferiti. Ad esempio in questo negozio troverete una persona molto gentile che realizzerà le vostre richieste.

Infine qui trovate un tutorial molto chiaro per costruire un vero e proprio teatrino delle ombre.

Buona creatività a tutti!

Incontriamoci nel gruppo facebook A che gioco giochiamo  per scambiarci le nostre idee.