Esperimento di botanica: la pigna che si chiude, la pigna che si apre.

Mentre passeggiavo per la campagna con Amelia ho visto delle pigne cadute dall’albero e mi è tornato alla mente un ricordo. Un giorno parlando con una mia conoscente venne fuori che lei da piccola si divertiva a far chiudere le pigne.

Marcello ama gli esperimenti e ho colto l’occasione per prepararne uno insieme: far chiudere una pigna!

Questa era la nostra pigna prima dell’esperimento

Abbiamo immerso la pigna aperta in una ciotola d’acqua e abbiamo aspettato qualche ora.

Funzionerà l’esperimento?

Sì!!!

Abbiamo scoperto che le pigne si chiudono in condizioni di umidità.

Cosa succede invece se la temperatura è secca?

Facciamo l’esperimento opposto.

Questa pigna era chiusa quando l’ho raccolta

L’ho lasciata sul tavolo della cucina per una notte.

Il giorno dopo era così:

Qual é il meccanismo di apertura e chiusura delle pigne?

Le cellule delle pigne cadute dall’albero sono morte. Per questo si è concluso che l’azione che fa chiudere le pigne in condizioni di umidità è meccanica. Le scaglie esterne dirigono l’acqua fino alla parte interna della pigna, la cui risposta fa chiudere la pigna prima che si inzuppi. Questo meccanismo assicura che i semi vengano preservati finché non si verifichino le condizioni migliori per disperdersi, cioè in condizioni di secchezza, quando la pigna si apre.

Trovo molto bello questo filmato time lapse che mostra in dettaglio la pigna che si chiude.

A Marcello è piaciuto molto questo esperimento.

A presto!

Acquistando su Amazon tramite questo link mi aiuterai a sostenere questo blog senza spese per te.

La settimana del Black Friday 2018 inizia lunedì 19 novembre. Approfittane!

Il nostro Agamograph delle 4 stagioni – Tutorial e PDF

L’ Agamograph è un disegno tridimensionale che assume un aspetto diverso a seconda di dove lo si guardi.

Questa tecnica prende il nome dall’artista israeliano Yaacov Agam, uno dei maggiori esponenti dell’arte cinetica e dell’ Op art (Optical art), un movimento di arte astratta nato negli anni ’60.

Un Agamograph si rivela utile quando si vuole rendere l’immagine del cambiamento.

Nella figura sotto mostro un esempio del passaggio dall’autunno all’inverno.

Da un lato vediamo l’autunno:

Spostandoci dall’altro lato vediamo l’inverno:

Come si realizza un Agamograph

Noi abbiamo realizzato le quattro stagioni.

Ho messo a disposizione qui il PDF.

Fronte:

Retro:

Se preferite le quattro stagioni in un solo Agamograph, fate una stampa fronte/retro delle due immagini del PDF.

Ora possiamo realizzarlo

Basta piegate il foglio a fisarmonica seguendo le linee verticali.

Già fatto!

Da un lato vediamo l’estate:

Dall’altro vediamo la primavera:

Girando il foglio avremo l’autunno e l’inverno, che abbiamo già visto sopra.

Come costruire un Agamograph da zero

Se volete costruire un Agamograph interamente fatto da voi, vi occorreranno due fogli A4.

– Piegate in due un foglio A4 dal lato corto. Disegnate due immagini, uno a sinistra e una a destra del foglio.

– Tagliate a metà il foglio A4 con le vostre immagini, così che risulteranno due disegni separati.

– Piegate a metà ogni foglio per due volte. Si formano così quattro strisce uguali per ogni foglio.

– Tagliatele lungo la linea delle pieghe. Avrete 8 striscioline in tutto.

– Nel retro numerate ogni striscia da 1 a 4 in tutti e due i disegni.

– Prendete un foglio A4 e piegatelo in 8 parti uguali, tipo fisarmonica, prima a metà, poi a metà della metà, ecc…

– Ora si tratta di incollare con la colla stick le strisce dei due disegni in maniera alternata nel foglio.

– Piegate a fisarmonica e osservate il risultato.

Avete creato il vostro Agamograph.

Provate ad osservare la vostra opera da destra e poi da sinistra e vedrete che le immagini cambiano aspetto.

Ho trovato Questo Agamograph in rete  molto suggestivo.

Spero che il tutorial vi sia piaciuto.

Buon divertimento con l’arte!

Acquistando su Amazon tramite questo link mi aiuterete a sostenere questo blog senza spese per voi

Minecraft tutorial: la spada, l’ascia e il piccone fai da te.

Marcello, come molto bambini della sua età, adora Minecraft, un gioco che ha conosciuto tramite Youtube.

Dopo un giro esplorativo in rete, ho scoperto che è possibile creare degli articoli di Minecraft con una spesa minima.

Con l’aiuto di mio marito abbiamo creato la spada, il piccone e l’ascia!

Ecco il tutorial

Occorrente

  • Pannello di polistirolo (lo trovate nei negozi fai da te)

  • Modello di spada, ascia e piccone. Qui potete scaricare il PDF

  • Taglierino e colla stick.

  • Molta pazienza 😳

Per prima cosa bisogna stampare e ritagliare le immagini, 2 per ogni utensile.

Grazie alle tipiche seghettature di Minecraft, questa operazione risulterà mooolto lunga!

 

Poi si incolla un’immagine sul polistirolo con la colla stick e se ne ritaglia la sagoma. La colla a tubetto è preferibile alla colla vinilica perché non fa imbarcare la carta.

Intraprendere questa operazione richiede molto coraggio per lo stesso motivo di cui sopra!

Si incolla la stessa immagine anche nel lato opposto.

Ecco il risultato

Magnifico! Dopo tanta fatica abbiamo un bambino felice.

Non si può comunque dire che siano giocattoli resistenti, anche se svolgono bene il loro ruolo.

Se dovessero spezzarsi in qualche punto potete aggiustarli nel modo seguente.

Purtroppo non ho le foto delle riparazioni.

Vi serviranno due stuzzicadenti e del nastro adesivo.

Infilate uno stuzzicadenti fino alla sua metà dal lato spezzato e ripetete la stessa operazione dall’altro lato. Incastrate le due parti e rinforzate la sezione in cui si uniscono con del nastro adesivo.

Spero che questo articolo vi sia piaciuto. Ci vediamo al prossimo progetto!

 

Articoli in affiliazione senza costo aggiuntivo per voi

Qui sotto trovate degli articoli interessanti di Minecraft

   

Come intagliare la zucca di Halloween – Tutorial

Sono ormai tre anni che festeggiamo la notte di Halloween preparando la famosa zucca.

La zucca di Halloween, Alias Jack-O’-Lantern, è abbastanza semplice da creare. Ecco il tutorial fotografico.

🎃 Tracciare con un pennarello una linea frastagliata nella parte alta della zucca.

🎃 Procurarsi un minaccioso coltello a punta

🎃 Intagliare la zucca e aprire la calotta, che non andrà buttata.

🎃 Ripulire la zucca dai semi e dai filamenti arancioni.

Eliminate i filamenti, ma non buttate i semi.
Lavati, scolati e fatti asciugare avvolti in una pezza, sono buoni da mangiare!

🎃 A questo punto bisogna aspettare un giorno che la zucca si asciughi.

Se non si fa in tempo per la notte di Halloween si può far essiccare in forno a bassa temperatura. Ma l’esperto (mio marito) assicura che il risultato è molto più bello se asciugata all’aria.

🎃 Disegnare con il pennarello occhi, naso e bocca della zucca

🎃 Iniziare ad intagliare!

🎃 Inserire all’interno una candelina scalda vivande.

La zucca è pronta! 🎃🎃🎃🎃

Buon Halloween!